PON-FESR

 

AVVISO
PER L'ASSEGNAZIONE DEL BENEFICIO
RELATIVO ALLA FORNITURA GRATUITA O SEMIGRATUITA DEI LIBRI DI TESTO
A.S. 2021/2022
(ART. 27 della LEGGE 448/1998 - D. LGS. 63/2017)

 La Regione Puglia emana il seguente Awiso per l'assegnazione del beneficio relativo alla fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo e/o sussidi didattici per l'a.s. 2021/2022, rivolto alle studentesse e agli studenti residenti nei Comuni della Regione Puglia, visti: 

- L'art. 27 della legge 23 dicembre 1988, n. 448 prevede: ai sensi del comma 1, in carico ai Comuni il compito di garantire la fornitura dei libri di testo da dare anche in comodato agli studenti della scuola secondaria superiore in possesso dei requisiti richiesti; ai sensi del comma 2, in carico alle Regioni la disciplina delle modalità di ripartizione ai Comuni dei finanziamenti previsti, nel quadro dei princìpi dettati dal comma 1;

- il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 agosto 1999 n. 320, come modificato ed integrato dal successivo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 4 luglio 2000 n. 226 reca disposizioni per l'attuazione dell'art. 27 della suindicata Legge 448/98;

- il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 6 aprile 2006, n. 211 ha introdotto ulteriori modifiche ed integrazioni al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 agosto 1999 n. 320, concernente disposizioni di attuazione dell'art. 27 della legge 23 dicembre 1998, n. 448, sulla fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo, stabilendo che i «relativi prowedimenti sono adottati con decreto del dirigente preposto al competente Ufficio di livello dirigenziale generale del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca»;

- La Legge agosto 2012, n. 135, che ha convertito con modificazioni il Decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, all'art. 23 comma 5, dispone che al fine di assicurare la prosecuzione degli interventi previsti dalla citata Legge 448/1998, autorizza la spesa a livello nazionale di 103 milioni di euro a decorrere dall'anno 2013;

- il D.M. del 27 settembre 2013, n. 781, in cui sono contenute le definizioni e le caratteristiche tecniche e tecnologiche relative ai Libri di testo;

- la nota 5272 del 12 marzo 2021, che richiama la nota ministeriale 2581 del 9 aprile 2014, con cui il Ministero dell'Istruzione ha fornito indicazioni sull'adozione dei libri di testo nelle scuole di ogni ordine e grado per anno scolastico 2021/2022, rinviando al D.M. n. 781/2013 la determinazione dei prezzi dei libri di testo nella scuola primaria e dei tetti di spesa nella scuola secondaria

- il D.Lgs. 63/2017 "Effettività del diritto allo studio", attuativo della L. 13 luglio 2015, n. 107, che all'art. 3 (Individuazione dei beneficiari) stabilisce che nella programmazione degli interventi per il sostegno al diritto allo studio degli alunni e degli studenti del sistema nazionale di istruzione e formazione, tra cui la fornitura dei libri di testo e degli strumenti didattici indispensabili negli specifici corsi di studi, ivi compresa l'istituzione di servizi di comodato d'uso, gli enti locali individuano i criteri di accesso ai benefici in considerazione del valore dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente, di seguito denominato ISEE;

- il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159 con il quale si è approvato il regolamento concernente la revisione delle modalità di determinazione e i campi di applicazione dell'Indicatore della situazione economica equivalente {ISEE), che abroga il Decreto legislativo n. 109/98 e il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 221/1999;

- il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del novembre 2014 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 267 del 17/11/2014) con il quale si è approvato il modello tipo della Dichiarazione Sostitutiva Unica a fini ISEE, de/l'attestazione, nonché delle relative istruzioni per la compilazione ai sensi de/l'artico/o 10, comma 3, del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159;

- l'artico/o 10 del Decreto legislativo del 15 settembre 2017, n. 147 e ss.mm.ii., in materia di ISEE precompilato e aggiornamento della situazione economica e, in particolare, il comma 4, che dispone la decorrenza al 1° gennaio 2020 dei nuovi termini di validità della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU} e del modificato riferimento temporale dei dati reddituali e patrimoniali da indicare nella stessa;

- l'artico/o 28-bis del D.L. 30 aprile 2019, n. 34 {c.d. decreto Crescita), convertito, con modificazioni, dalla legge 28 giugno 2019, n. 58, che ha modificato il comma 5 de/l'artico/o 10 del D.lgs n. 147 del 2017, estendendo in particolare il periodo di validità dell'ISEE corrente eampliando le fattispecie in cui può essere richiesto;

- il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 9 agosto 2019, attuativo dell'art.10, comma 2, del D.Lgs. del 15 settembre 2017, n. 147, recante "Individuazione delle modalità tecniche per consentire al cittadino di accedere alla dichiarazione ISEE precompilata resa disponibile in via telematica dall'INPS";

- il Decreto Direttoriale n. 497 del 31 dicembre 2019 con il quale è stato approvato anche il modello della Dichiarazione Sostitutiva Unica {DSU} 2020, con le relative istruzioni per la compilazione e calcolo de/1'/SEE.

- la legge 11 settembre 2020, n. 120 "Misure urgenti per la semplificazione e rinnovazione digitale" che ha convertito il Decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76 {Decreto semplificazioni), con cui sono state disciplinate le misure di semplificazione per il sostegno e la diffusione dell'amministrazione digitale;

- il Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali del 9 agosto 2019, attuativo dell'art.10, comma 2, del D.Lgs. del 15 settembre 2017, n. 147, recante "Individuazione delle modalità tecniche per consentire al cittadino di accedere alla dichiarazione ISEE precompilata resa disponibile in via telematica dall'INPS";

- il Regolamento UE 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016 e ss.mm.ii., relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati;

- il Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196, come modificato dal Decreto Legislativo 10 agosto 2018, n. 101, recante «Disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento {UE} 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE» {di seguito anche Codice);

- la L.R. 31/2009 "Norme regionali per l'esercizio del diritto a/l'istruzione e formazione" che all'art. 5 elenca le tipologie di intervento;

- la L.R. 67/2017 con cui si istituisce un capitolo di spesa finalizzato a riconoscere contributi ai Comuni per la fornitura di libri di testo;

- la DGR n. 546 del 06.04.2021 con cui sono stati approvati i criteri di riparto della dotazione finanziaria disponibile e le modalità di assegnazione del contributo relativo alla fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo e/o sussidi didattici per l'a.s. 2021/2022 per studenti e studentesse della scuola secondaria di 1° e 2° grado.

  1. Finalità dell'Avviso

    Beneficio per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo e/o sussidi didattici agli studenti e alle studentesse delle istituzioni secondarie di 1• grado e di 2° grado, per l'a.s. 2021/2022, su tutto il territorio regionale, erogato dai Comuni nelle forme dagli stessi determinate (buoni libro oppure rimborso totale o parziale della spesa sostenuta oppure comodato d'uso gratuito), allo scopo di facilitare la frequenza alle attività scolastiche e formative da parte degli alunni meno abbienti delle scuole dell'obbligo e secondarie superiori.

  2. Dotazione finanziaria

    La dotazione finanziaria è pari a € 10.172.396,80, corrispondente all'assegnazione attribuita alla Regione Puglia dal Ministero per l'Istruzione con Decreto Direttoriale n. 360 del 22 marzo 2021 del Dipartimento del sistema educativo e di formazione ai sensi dell'art. 27 della L. 448/1998.

  3. Destinatari del beneficio

    Sono destinatari del beneficio di cui al presente Awiso le studentesse e gli studenti, residenti sul territorio regionale, in possesso del requisito economico di cui al successivo paragrafo 4, frequentanti le istituzioni scolastiche secondarie 1° grado e di 2° grado del sistema di istruzione nazionale.

  4. Requisito della situazione economica e strumento di valutazione (ISEE)

    Per accedere al beneficio l'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) del richiedente, in corso di validità al momento della presentazione dell'istanza, non potrà essere superiore a € 10.632,94.

    ISEE ORDINARIOe ISEE CORRENTE:

    L'ISEE richiesto è quello ordinario, che può essere sostituito dall'ISEE corrente con validità sei mesi (ai sensi del D.L. 30 aprile 2019, n. 34 - c.d. decreto Crescita e s.m.i.) calcolato in seguito a significative variazioni reddituali o a conseguenti variazioni della situazione lavorativa di almeno un componente del nucleo (art. 9 del D.P.C.M. n. 159/13 come modificato dall'articolo 28-bis della L. n. 58 del 2019 (cd "Decreto Crescita").

    ISEE MINORI:

    Qualora il nucleo familiare si trovi nelle casistiche disciplinate dall'art. 7 del D.P.C.M. n. 159/13 (genitori non conviventi), l'ISEE richiesto è quello per le prestazioni agevolate rivolte ai minorenni.

    ACQUISIZIONE ISEE:

    Il sistema informatico di presentazione delle istanze acquisirà i dati sull'ISEE direttamente dalla Banca dati dell'INPS, tramite cooperazione applicativa. Pertanto, al momento della presentazione dell'istanza è necessario che per il nucleo familiare sia già disponibile nel sistema INPS una attestazione ISEE valida.

     

    ISEE CON ANOMALIE/DIFFORMITA':

    In caso di attestazione ISEE che rilevi difformità/omissioni sarà possibi le alternativamente:

    presentare una nuova DSU, che tenga conto dei ri lievi formulati, nei termini di scadenza dell' Awiso;

    presentare comunque l'istanza la quale sarà accolta, se in possesso degli altri requisiti previsti dall'Awiso, solo in seguito alla regolarizzazione dell'attestazione ISEE secondo le modalità ed entro i termini stabiliti dal Comune di residenza, il quale in qualità di ente erogatore del beneficio potrà valutare alternativamente l'opportunità di:

    • richiedere all'utente di presentare una nuova DSU, che tenga conto dei rilievi riportati analiticamente nell'attestazione ISEE difforme;

    • richiedere all'utente idonea documentazione, volta a dimostrare la completezza e la veridicità dei dati dichiarati, fermo restando il livello ISEE di cui all'attestazione difforme presentata; se fosse dubbio il permanere dello stesso livello di ISEE, sarà allora necessario presentare una nuova DSU.

    ISEE per Minori in affidamento

    Sulla base delle disposizioni del l'art. 3 D.P.C.M. n. 159/2013, ribadite dalla circolare INPS 171/2014:

     - il minore in affidamento e collocato presso comunità è considerato nucleo familiare a sé stante;

     - I minori in affidamento temporaneo, invece, sono considerati nuclei familiari a sé stanti, fatta salva la facoltà del genitore affidatario di considerarlo parte del proprio nucleo.

    ISEE per Minori in convivenza anagrafica (art.5 del DPR 223/1989)

    - Sono in convivenza anagrafica i soggetti che risiedono stabilmente in istituti religiosi, assistenziali o di cura, in caserme o istituti di detenzione. Tali soggetti sono considerati nucleo familiare a sé.

    - Nei casi di convivenza anagrafica, il figlio minorenne fa parte del nucleo del genitore con cui conviveva prima dell'ingresso in convivenza anagrafica, fatto salvo il caso sopradescritto.

    - Se nella convivenza anagrafica vi è un genitore con figlio minore, (es. residenti in una casa-famiglia) entrambi fanno parte dello stesso nucleo familiare.

    Quando il minore è considerato nucleo a sé stante. il responsabile della struttura/il genitore affidatario provvederà a richiedere presso un CAF l'ISEE a nome del minore.

     

  5. Modalità di presentazione delle domande

    Le istanze dovranno essere inoltrate unicamente per via telematica attraverso la procedura on-line attiva sul portale www.studioinpuglia.regione.puglia.italla sezione Libri di testo a.s. 2021/ 2022 .

    FASI DI COMPILAZIONE TRASMISSIONE DELL' ISTANZA:

    1. Accesso all'area riservata del portale alternativamente tramite:

      - SPIO (accesso tramite identità digitale) o, in alternativa, con CIE (carta di Identità Elettronica) o con la CNS (TS-CNS) (Carta Nazionale dei Servizi o Tessera Sanitaria) ai sensi della Legge n. 120 dell'11 settembre 2020 che ha convertito il Decreto -legge n.76 art . 24 del 16 luglio 2020 "Semplificazione e innovazione digitale";

      - Utilizzo delle credenziali di accesso al portale www.studioinpuglia.regione.puglia.itper gli utenti già registrati e per un periodo transitorio che terminerà il 30 settembre 2021 ;

      Successivamente a/l'accreditamento (con SPIO o con credenziali) viene data la possibilità di abilitare l'opzione "utente facilitatore", al fine di essere abilitati alla compilazione e alla trasmissione di più pratiche

    2. Compilazione di tutti campi richiesti dalla piattaforma

      • generalità e codice fiscale del richiedente; residenza anagrafica del richiedente;

      • generalità e codice fiscale dello studente; residenza anagrafica dello studente;

      • tipologia di scuola frequentata e indirizzo di studio;

      • denominazione dell' ist it uzione scolastica di secondo grado frequentata nell' a.s. 2021/2022 o a cui ci si iscrive per la prima volta per l'anno scolastico 2021/ 2022 ;

      • classe e sezione frequentata;

        indirizzo e-mail valido del richiedente (attraverso il quale saranno inviate le comunicazioni che si renderanno necessarie ai fini dell'istruttoria dell' istanza );

      • codice IBAN per l'accredito della somma spettante a titolo di rimborso totale o parziale alla spesa sostenuta (solo per gli utenti con residenza nei Comuni che scelgono di erogare il beneficio utilizzando tale modalità). 

    3. Sottoscrizione delle dichiarazioni attestanti: 

      - la veridicità, ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 ss.mm.ii., delle informazioni fornite in sede di compilazione dei campi del modello on-line;

      - la consapevolezza del richiedente in merito alle sanzioni penali nel caso di dichiarazioni non veritiere, di formazione o uso di atti falsi, richiamate dall'art . 76 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445

      - la consapevolezza del richiedente che, nel caso di corresponsione dei benefici, possono essere eseguiti controlli, anche da parte della Guardia di Finanza, in applicazione dell'art. 4, co. 2 e 8, del decreto legislativo 31 marzo 1998, n.109 in materia di controllo della veridicità delle informazioni fornite;

      - la presa d' atto che il trattamento dei dati personali presenti nella domanda di contributo e nella relativa documentazione allegata verrà effettuato dalla Sezione Istruzione e Università della Regione Puglia in conformità all'appendice "Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell' art. 13 del GDPR 2016/679"del presente Avviso pubblico;

      - la dichiarazione di essere a conoscenza delle condizioni dell' Avviso e l'accettazione delle stesse.

    4. Trasmissione dell'istanza.

      L'avvenuta conclusione del processo di compilazione e trasmissione dell'istanza viene confermata da una mail inviata dal sistema all'indirizzo di post a elettronica indicato nella fase di compilazione del form on line.

      La ricevuta di avvenuta trasmissione de/l'istanza sarà scaricabile dal portale e stampabile.

      Si precisa che la sola compilazione dei campi senza aver effettuato la trasmissione dell'istanza, costituirà motivo di esclusione della stessa.

    5. Eventuale annullamento e presentazione nuova istanza.

      L'utente che rilevi errori nella compilazione dell'istanza successivamente alla trasmissione della stessa, potrà presentare, entro i termini dell' Avviso, una nuova istanza previo annullamento di quella già trasmessa.

      Ad ogni istanza trasmessa verrà associato un "codice praticache dovrà essere conservato dall'utente ai fini della verifica dell'ammissione al beneficio, nel rispetto della tutela della privacy, sul portale www.studioinpuglia.regione.puglia.it.

    6.  

  6. Termini di presentazione delle domande

    La procedura sarà attiva a partire dalle ore 12:00 del 17/05/2021 e fino alle ore 14.00 del 20/ 07/ 2021; oltre tale termine il sistema non accetterà ulteriori trasmissioni di istanze.

  7. Comunicazioni con soggetti beneficiari

    Gli uffici regionali comunicheranno con gli utenti solo attraverso l'indirizzo mail indicato in sede di compilazione delle istanze online.

  8. Importi e modalità per l'erogazione del beneficio

    Comuni assegnano il beneficio di cui al presente Avviso agli aventi diritto, ai sensi del comma 1 dell'art. 27 della L. 448 del 1998, sulla base delle risorse agli stessi assegnate dalla Regione Puglia in sede di riparto, e secondo le modalità dagli stessi definite (buoni libro oppure rimborso delle spese sostenute oppure comodato d'uso gratuito).

    Nella determinazione dell'ammontare pro-capite del beneficio il Comune è tenuto a non eccedere il tetto di spesa stabilito con nota 5272 del 12 marzo 2021 del Ministero per l'Istruzione relativo alla classe e all'indirizzo di studio frequentato dallo studente.

  9. Tutela della privacy

    Ai sensi dell'articolo 13 del GDPR 2016/679, Generai Data Protection Regulation, Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali (di seguito, "GDPR" ), la Regione Puglia - Sezione Istruzione e Università - Servizio Sistema dell'Istruzione e del Diritto allo studio, in qualità di Titolare del trattamento, fornisce nell'appendice del presente Avviso l'informativa riguardante il trattamento dei dati personali degli utenti che provvedono, tramite l'apposito formulario on line, alla registrazione e alla trasmissione delle istanze di cui al presente Avviso pubblico.

  10. Informativa ai sensi della L 241/1990 e ss.mm.ii.

    Nel rispetto dell'art.8 della Legge n. 241/ 90 ss.mm.ii., si comunica che il procedimento relativo al presente Avviso pubblico avrà awio previa pubblicazione del medesimo sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia (BURP), consultabile gratuitamente online sul sito della regione www.regione.puglia.it .

    Nessuna ulteriore comunicazione verrà data in ordine alla fase di avvio del procedimento.
    Responsabile del procedimento è la P. O. del Servizio Sistema degli interventi del Diritto allo studio Ignazia Sofia Zaza.


in allegato la versione stampabile

In Evidenza

Contatti

ISTITUTO COMPRENSIVO POLO 1

Scuola dell'Infanzia - Primaria - Secondaria 1° grado

Piazza F. Cesari, 14

73013 Galatina (Le)

email: leic887006@istruzione.it

pec:  leic887006@pec.istruzione.it

tel: 0836566035

fax: 0836564207

Trovaci sulla mappa

 

Area riservata